Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
pallina_piccola

SAT 2018-2019

gardenballsatScuola Tennis Garden

dal 9 al 27 settembre 2019
sono aperte le PROVE GRATUITE con i MAESTRI da LUNEDÌ a VENERDÌ dalle 16 alle 18

SUMMER CAMP 2019


VOLANTINO SAT 2019_2020

COSTI SAT 2019_2020


CORSO ADULTI

PROMOZIONE RISERVATA AI NUOVI SOCI 

STAFF MAESTRI

Giancarlo Caccia – Maestro Nazionale F.I.T.

giancarlo.caccia

Da ragazzo ha frequentato il Centro Federale C.O.N.I. Tennis Milano conseguendo tutti i brevetti e diventando il n.1 del centro. Richiesto dal tennis Club Canottieri Olona perchè potesse prendere parte alla propria squadra agonistica, ha giocato con tutti i giocatori sino alla I categoria ,tra cui Ilie Nastase (vincitore degli US Open e del Roland Garros, ex numero 1 del ranking del tennis mondiale maschile) e Ion Tiriac ( compagno di doppio di Ilie Nastase, nonché manager di Boris Becker e membro dell’International Tennis Hall of Fame) raggiungendo la classifica di 2a categoria. Ha frequentato l’Istituto Superiore di Educazione Fisica (ISEF) e successivamente ha acquisito il diploma di Maestro Nazionale di tennis, per poter trasmettere agli altri la propria enorme esperienza da giocatore. Gestisce Scuole di Addestramento Tennis con passione dagli anni 80. Ha frequentato e frequenta tutti i corsi di aggiornamento nazionali e internazionali organizzati dalla Federazione Italiana Tennis.

Paolo Pennati – Istruttore I grado F.I.T.

paolo.pennati

Sportivo per eccellenza, ha fatto parte della Nazionale Juniores di Badminton e della squadra del Comitato Alpi Centrali di Sci (F.I.S.I.). Molto conosciuto nell’ambiente sciistico (tutt’ora collabora con aziende del settore), ha fatto anche parte della Spedizione al Polo Nord con Mike Bongiorno. Da diversi anni tesserato agonista per il Garden, come giocatore ha raggiunto i vertici della terza categoria. Vanta una più che decennale esperienza nell’insegnamento del tennis e dallo scorso anno fa parte dello staff insegnanti della Scuola Tennis.

Andrea Baroni – Istruttore I grado F.I.T.

Da giocatore ha partecipato a vari tornei e competizioni di serie C, ma dalla prima esperienza di insegnamento, la sua passione per questo sport si è trasferita su un’altra dimensione: fare appassionare sportivi di tutte le età introducendoli nel fantastico mondo del tennis. Nei suoi quasi 30 anni di attività ha maturato esperienza specifica nell’insegnamento ai bambini, accompagnandoli nel loro percorso dal livello principiante fino a quello più progredito. Partecipa con entusiasmo a continui aggiornamenti nazionali ed internazionali. Tra le sue doti spicca la forte empatia con i suoi allievi di ogni età e livello.

METODOLOGIA DIDATTICA

La nostra Scuola vuole creare un giocatore a 360°, preparandolo sia dal punto di vista tecnico e fisico che da quello mentale. Per questo motivo i ragazzi sono seguiti da uno staff altamente qualificato.

CORSI

TENNIS per RAGAZZI L’inserimento nel corso specifico avviene in seguito a un test di livello effettuato dai Maestri ad inizio anno prima della data di inizio dei corsi, al fine di creare per il ragazzo le migliori condizioni di apprendimento.

La metodologia applicata è quella proposta dalla F.I.T. che ha varato da qualche anno un nuovo sistema nazionale di valutazione didattica e di certificazione della qualità dell’apprendimento denominato “FIT Junior Program”.

I livelli proposti sono i seguenti:

MINITENNIS

LIVELLO DELFINO

Il percorso del viaggio iniziale nel mondo del tennis inizia con il “livello Delfino”. Gli obiettivi di questo corso sono raggruppati in quattro aree.

Il programma prevede 12 passi, ogni passo offrirà una novità; può essere qualche azione da compiere, oppure qualche abilità tecnica da apprendere o, infine, una difficoltà crescente da superare. Sarà l’insegnante a indicare quando il passo è compiuto e iniziare il successivo, non importa quanto tempo occorrerà per compiere ogni passo, l’importante è che si esegua bene.

Ogni passo si considera compiuto quando si raggiungono tutti gli “obiettivi” che lo caratterizzano. Per questo per ogni coppia di passi è prevista una lista di obiettivi da raggiungere. Tutti gli obiettivi sono raggruppati in quattro aree.

I primi sono quelli mentali, cioè le sensazioni provate e quello che si pensa mentre si gioca a tennis. Qualunque tennista usa la forza e la tecnica, ma i campioni usano prima di tutto la testa! Ci sono poi obiettivi motori, cioè come muoversi sul campo di tennis per colpire la palla, infatti per diventare un grande tennista, è necessario diventare anche un grande atleta. Molto importanti sono gli obiettivi tattici, cioè quelli più strettamente inerenti la comprensione del gioco.

Infine ci sono degli obiettivi tecnici; infatti non si riuscirebbe a vincere se non si sanno eseguire i vari colpi, come impugnare correttamente la racchetta e altro, che vengono scoperti strada facendo. A queste quattro aree si aggiunge ovviamente quella degli obiettivi agonistici, che si sviluppano al meglio durante gli incontri di tennis… per fortuna si comincia subito a giocare! In fondo il tennis è una competizione e, anche se non è essenziale, a tutti piacerebbe vincere! Giunti al livello “Super Delfino” si potrà già partecipare anche a emozionanti competizioni di livello nazionale e persino internazionale.

PERFEZIONAMENTO

LIVELLO CERBIATTO

Il percorso della seconda parte del viaggio nel mondo del tennis continua con il “livello Cerbiatto”. Il programma prevede 12 passi, come nel livello precedente. Anche in questa seconda parte ogni passo offrirà una novità: può essere qualche nuova azione da compiere, oppure qualche abilità tecnica da apprendere o, infine, una difficoltà crescente da superare; in molti casi però la “novità” servirà a perfezionare delle tecniche già apprese nel livello Delfino, e imparare così a sfruttare meglio il loro potenziale. Eseguire un nuovo passo permetterà di alzare sempre più il livello di gioco. Quindi non importa quanto tempo occorrerà per compiere ogni passo, l’importante è che si esegua bene.

Come nel livello precedente, ogni passo si considera compiuto quando si raggiungono tutti gli “obiettivi” che lo caratterizzano. Gli obiettivi sono raggruppati in quattro aree.
I primi sono quelli mentali, cioè le sensazioni provate e quello che si pensa mentre si gioca a tennis. Già nei livelli Delfino e Super Delfino si ha avuto modo di apprezzare il fatto che per diventare un campione si deve prima di tutto usare la testa!
Ci sono poi obiettivi motori, che in questa seconda fase del viaggio riguardano essenzialmente lo sviluppo delle capacità coordinative.
Molto importanti sono gli obiettivi tattici, la cui applicazione consente di mettere in difficoltà l?avversario.

Infine, ma non per importanza visto che sono di supporto a quelli tattici, ci sono gli obiettivi tecnici, attraverso i quali si acquisirà l’abilità di indirizzare e controllare la palla.
A queste quattro aree si aggiunge ovviamente quella degli obiettivi agonistici, che si continueranno a sviluppare durante i divertenti incontri di tennis ai quali si parteciperà, con l’obiettivo di migliorarsi. A livello Cerbiatto e Super Cerbiatto la competizione sarà ancora più entusiasmante.

COCCODRILLO

Con i primi due  livelli di corso si comincia il cammino nel meraviglioso mondo del tennis, con il livello coccodrillo si comincia a diventare un vero campione. Il circuito del tennis professionistico è mondiale, quindi il tennista è un grande viaggiatore e conosce tutto il mondo.

Prima di tutto, però, si deve diventare “campione di se stessi”. Per raggiungere questo obiettivo è necessario mettere il maggiore impegno possibile durante le lezioni e prestare la massima attenzione alle indicazioni dell’insegnante. Al fianco di ogni atleta è sempre presente, la Federazione Italiana Tennis (FIT) che organizza divertenti manifestazioni “agonistiche” che permettono agli atleti di tutta Italia di confrontarsi.

SPECIALIZZAZIONE

– CANGURO: Il corso si rivolge a ragazzi che devono essere avviati a un livello di gioco agonistico.

AGONISTICA: Il corso è improntato sulla specializzazione tecnica e mentale per gestire al meglio la gara.

TENNIS ADULTI

– LEZIONI PRIVATE: Lezione singola con il Maestro.

– GRUPPI: Lezione con il Maestro per gruppi da 2 a 4 persone.

ASPETTI MEDICI DEL TENNIS

Il falso mito del tennis come sport poco adatto a determinate fasce d’età è stato universalmente sfatato ormai da anni.

La FMSI, tramite il suo quotidiano di informazione e prevenzione “Il ritratto della Salute”, ha pubblicato un articolo in cui il tennis viene dipinto qual è, ovvero uno sport in grado di regalare benefici e divertimento a tutte le età.

La comunità medico-scientifica appoggia senza riserve le modalità con cui oggi i bambini vengono introdotti al tennis. Con metodi, campi e attrezzature appositamente studiati infatti, secondo le parole della FMSI, si può iniziare a praticarlo sin da piccoli, crescendo ci si gusta il passaggio dalla racchetta junior a quella di grandezza normale.

Lo “sport” tennis favorisce la coordinazione motoria, lo sviluppo muscolare, il senso della posizione, aumenta la resistenza fisica, potenzia l’apparato cardiocircolatorio ed è un’attività perfetta per maschi e femmine.

ASPETTI PSICOLOGICI DEL TENNIS

Quando si parla di tattica nei bambini, non si dice nulla di strano, attraverso un percorso mirato si possono sviluppare più aspetti formativi nei piccoli tennisti fin dalle prime lezioni.

Il percorso didattico deve rispettare il principio della multilateralità della proposta didattica, ovvero quel principio che sostiene che tecnica, tattica, aspetti fisici e psicologici del tennista devono essere sviluppati fin da subito simultaneamente, senza trascurarne nessuno; questo è possibile però solo attraverso un’attenta scelta dei mezzi e delle metodologie utilizzate.

Sono molteplici i benefici psicologici che si sviluppano con la pratica del tennis. Tra l’altro il gioco del tennis affina le capacità strategiche e l’adattamento psicologico alle mosse altrui, favorisce lo scarico delle tensioni e il controllo dell’aggressività.